L’idea di acquistare un terreno per costruire casa alle Canarie è abbastanza comune tra gli italiani che stanno pianificando un trasferimento nell’arcipelago.

Ovviamente, come del resto vale per molte altre cose, la fattibilità del progetto non è in discussione; ciò che troppo spesso però, almeno in base alla mia esperienza, viene sottovalutato, sono le implicazioni di carattere pratico che un progetto di questo tipo necessariamente comporta.

Sono dell’idea che, se vuoi scalare una montagna, la miglior cosa che tu possa fare sia chiedere prima consiglio a chi già lo abbia fatto. Ed è proprio con questo spirito che ho deciso di scrivere questo breve articolo: per condividere, in base alla mia personale esperienza, quelli che ritengo essere tre punti chiave in un progetto di costruzione.

Innanzitutto dev’essere ben chiaro che costruire NON è un’alternativa ad acquistare. Se decidi di costruire, in Spagna, ti assumi tutta la responsabilità del progetto e rispondi in prima persona di fronte all’amministrazione pubblica, di qualsiasi irregolarità dovesse manifestarsi nell’ambito dell’intero progetto.

Credi di essere sufficientemente preparato per affrontare tutto ciò?

Costruire casa alle Canarie non è un’alternativa all’acquisto: non sottovalutare le responsabilità (sia civili che penali).

In secondo luogo, per costruire un immobile non basta trovare un’impresa, ma bisogna disporre di un’intera squadra, in grado di gestire ogni singolo aspetto di un’operazione di tale complessità.

Avrai infatti bisogno di un architetto, di un aparejador (il nostro geometra) e ovviamente di un jefe de obra (o capo cantiere) che garantiscano il rispetto dei tempi e della rispondenza della costruzione al progetto presentato al Comune.

Hai una squadra in grado di realizzare con successo il tuo progetto?

Il terzo aspetto, infine, è probabilmente il più delicato in assoluto: la scelta del terreno.

È piuttosto comune l’errore di acquistare il terreno prima di aver contattato un consulente, per una verifica preventiva sulla fattibilità del progetto.

Spesso lo si fa per non “lasciarsi sfuggire l’affare”, come se gli affari rimanessero lì sul mercato per mesi, o addirittura anni, ad aspettare noi.

Tieni presente che chi ti vende il terreno sarà sempre disposto a rassicurarti sul fatto che ci potrai costruire la tua casa, esattamente come la vuoi tu. Ma le cose, spesso, non stanno affatto in questi termini.

Chiedi sempre di poter verificare nero su bianco le effettive caratteristiche di edificabilità del terreno, attraverso documentazione ufficiale prodotta dall’amministrazione pubblica.

E se non sei in grado di farlo in autonomia (cosa molto probabile) affidati a un professionista che sia in grado di farlo al posto tuo: ti costerà molto meno rispetto all’acquisto azzardato di un terreno totalmente inservibile.

Sei in grado di scegliere un terreno il cui uso sia al 100% compatibile con il tuo progetto?

In conclusione, l’ipotesi di costruire casa alle Canarie è certamente percorribile, a patto però che si tengano ben presenti gli aspetti che ho evidenziato in questo breve articolo.

Evita di farti consigliare da persone che non abbiano esperienze dirette in questo tipo di progetto oppure che abbiano conflitti di interesse nella compravendita del terreno (commissioni o altro), perché ti posso assicurare che le complessità che dovrai affrontare andranno ben oltre le tue aspettative.

Se ancora non ti è passata la voglia, contattami per una consulenza orientativa su questo tema.

Autore: Marco Sparicio (Consulente Immobiliare alle Isole Canarie)

Questo articolo è originale e la sua riproduzione è consentita su canali e piattaforme web a patto che sia integrale e che vengano citati sia l’autore che la fonte.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *