Mi capita spesso di leggere offerte di subaffitti alle Isole Canarie ed ogni volta mi domando: saranno legali?

La domanda sorge dal fatto che il subaffitto (subarriendo) è espressamente normato nell’ambito della LAU (Ley de Arrendamiento Urbano), dunque è consentito ed il relativo contratto è legalmente valido solo se rispetta le condizioni previste nell’Art. 8 della citata legge.

In questo articolo provo a riassumere i 3 requisiti necessari affinché un contratto di subaffitto possa essere considerato legalmente valido:

  1. L’immobile può essere subaffittato solo previo consenso scritto da parte del locatore (arrendador): prima di firmare un contratto di subaffitto, dunque, è importante verificare che nel contratto di affitto principale sia presente una clausola che lo autorizzi in forma esplicita.
  2. L’immobile può essere subaffittato solo parzialmente, vale a dire che non può essere subaffittato nella sua totalità. Su questo punto vale la pena fare almeno due considerazioni: la prima è che il “subaffitto” dell’intera unità immobiliare non configura il subaffitto, bensì la “cessione di contratto”, che è una fattispecie diversa ed espressamente prevista nello stesso Art. 8 della LAU; la seconda considerazione è che, di fatto, l’inquilino del contratto principale deve vivere nell’appartamento. L’affitto dell’intero l’appartamento, seppur a più soggetti distinti tra loro, non rispetterebbe infatti il precetto del subaffitto “in forma parziale“.
  3. Il prezzo del subaffitto non potrà eccedere, in nessun caso, il canone previsto dal contratto principale. Questa limitazione è stata voluta dal legislatore per evitare l’uso del subaffitto come attività speculativa, limitandolo piuttosto a strumento di condivisione delle spese.

A partire da oggi, quando si tratta offerte di subaffitti alle Isole Canarie (sia che si tratti di stanze o di interi appartamenti), hai tutti gli strumenti necessari per valutare se ciò che ti stanno proponendo è legale oppure no. Considera sempre un aspetto molto importante: il mancato rispetto delle condizioni previste dalla normativa comporta la risoluzione del contratto principale e, di conseguenza, anche dei contratti di subaffitto ad esso legati (dunque, potenzialmente, anche del tuo).

Autore: Marco Sparicio (Consulente Immobiliare alle Isole Canarie)

Questo articolo è originale e la sua riproduzione è consentita su canali e piattaforme web a patto che sia integrale e che vengano citati sia l’autore che la fonte.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *